Storia Obiettivi Regolamento Organi Contatti
CHI SIAMO
CHI SIAMO PROGETTI E RICERCHE FORMAZIONE ACCREDITAMENTO CompHP EDITORIA DOCUMENTAZIONE MULTIMEDIA NEWS
Il Centro Sperimentale per la Promozione della Salute e l’Educazione Sanitaria (CeSPES) produce ricerca, modelli di lavoro e formazione  professionale in sanità pubblica, un laboratorio permanente di idee e pratiche in prevenzione, educazione e promozione della salute, nel quale  professionisti, studenti e cittadini contribuiscono con i propri saperi ed esperienze a dare concretezza al diritto alla salute sancito dall’articolo 32 della  Costituzione italiana e al contrasto alle disuguaglianze che tendono a prodursi nei diversi tempi e sistemi.  Fondato nel 1954 da Alessandro Seppilli, ordinario di Igiene dell’Università di Perugia, eminente scienziato e innovativo educatore, tra i pianificatori e  realizzatori della Riforma Sanitaria istitutiva del Servizio Sanitario Nazionale, il CeSPES prosegue la sua azione propulsiva insieme  ai partner  istituzionali - la Regione Umbria, la Provincia di Perugia ed il Comune di Perugia - con l’impegno rivolto a una cultura della salute costruita nel  confronto dei diversi ambiti disciplinari, per affrontare le problematiche che determinano, positivamente e negativamente la salute del singolo e della  comunità.
CeSPES
Centro Sperimentale per la Promozione della Salute e l’Educazione Sanitaria
Il CeSPES e le su Riviste: un’attività intensa persistente E’ vivo – pur nella “globale intemperie in cui si trova l’editoria nel suo complesso - l’impegno del CESPES nella pubblicazione delle sue storiche riviste, il  che si traduce in approfondite riflessioni su temi emergenti e di attualità, con la produzione di numeri speciali e monografici. Sono stati recentemente stampati un numero speciale di La Salute Umana, nato dalla collaborazione con il CERSAL di Orvieto, su “One Health – Global  Health” e un numero monografico di Sistema Salute dedicato a “Depressione tra prevenzione e cura”. Il primo legato alle più recenti impostazione  concettuali della promozione della salute e della sanità pubblica, il secondo ad un tema di salute di grande impatto, affrontato nell’ottica interdisciplinare,  con particolare attenzione agli aspetti epidemiologici e alle strategie di promozione e prevenzione nel campo della salute mentale. La Salute Umana n. 267 SPECIAL ISSUE  The new agenda is a promise by leaders to all people everywhere. It is an agenda for people, to end poverty in all its forms – an agenda for the planet, our common home” (Ban Ki-moon, Segretario Generale delle Nazioni Unite) One Health/ Global Health a cura del Centro di Ricerca e formazione per la Salute Unica e l’Alimentazione - CERSAL One Health/ Global Health a cura del Centro di Ricerca e formazione per la Salute Unica e l’Alimentazione - CERSAL Un numero dedicato a discutere la visione della salute come diritto non solo delle persone ma di tutti in quanto esseri  viventi. Quindi per riprendere il titolo salute “una” e “globale”.   Global Health è definita come l’area di studio e di ricerca che ha come priorità il miglioramento della salute e il  raggiungimento dell’equità nella salute per tutti e la livello mondiale” Non una disciplina a sé quanto un campo di esperienza dove si intrecciano ricerca e pratica sui deter-minanti di salute e  sui fattori di equità e giustizia. Uno sguardo che si dilata lungo “due assi principali: geografico, in quanto analizza  l’interdipendenza esistente tra fenomeni locali e globali (al Nord come al Sud del mondo); disciplinare, perché si avvale  del contributo di molte discipline, oltre a quelle sanitarie (scienze sociali e umane, economia, diritto, ecc.)”   One Health promuove l’applicazione di un approccio collaborativo, multidisciplinare, intersettoriale e coordinato per  affrontare i rischi potenziali o già esistenti che hanno origine dall’ interfaccia tra ambiente animali-ecosistemi umani … il  tema comune è la collaborazione in tutti i settori che hanno un impatto diretto o indiretto sulla salute. L’efficacia dell’approccio “One Health” necessita di un  migliore equilibrio tra gruppi e reti esistenti, in particolare tra veterinari e medici, e per aumentare la partecipazione degli operatori ambientali e del settore  faunistico, così come di sociologi, architetti, decisori istituzionali ed esperti dello sviluppo sostenibile”. One e Global Health hanno molti punti in comune: globalità, multidisciplinarietà, attenzione alla dimensione locale, determinanti di salute, scambio continuo tra ricerca e azione.   Questo nuovo orizzonte richiede la diffusione e l’appropriazione di una nuova cultura e di nuovi modelli operativi centrati sui concetti chiave di salute  globale e sostenibilità, un cambio di passo che richiede dunque competenze "globali" attualmente non possedute da nessuna delle figure professionali  impegnate per la salute della popolazione. Per decenni la formazione è andata nella direzione opposta, cioè verso una iperspecializzazione delle singole  professionalità. Questo ha portato ad una visione focalizzata sulle conseguenze a breve termine e sullo specifico ambito nel quale il singolo professionista  opera, ben lontana da una prospettiva sistemica che analizzi esiti e ricadute e, dunque, sosteniblità a livello globale.   Sistema salute n. 1 , 2018 Monografia La Depressione tra prevenzione e cura Il numero monografico di Sistema Salute “Depressione tra prevenzione e cura” sviluppa una riflessione tra clinici, psichiatri ma non solo, esperti di  epidemiologia e di sanità pubblica, su un tema che da alcuni viene assunto a problema sanitario del secolo. La depressione è collocata infatti dall’OMS al  primo posto nell’elenco delle condizioni che creano disabilità, avendo contribuito nel 2015 al 7,5% degli anni vissuti in disabilità. Sotto la generica voce  “depressione” sono spesso descritti fenomeni diversi, molteplici i problemi”, molteplici le pratiche. Tra mail de vivere e patologia, l’abuso del termine a livello divulgativo e del linguaggio comune ha sicuramente provocato danni alla stessa capacità di  prevenzione e cura del fenomeno. Per questo oltre a fare il punto sulle attuali caratteristiche epidemiologiche della depressione, sui fattori che proteggono  dal suo sviluppo, sui criteri per lo sviluppo di programmi di promozione e prevenzione della salute mentale, a garantire quindi una visione certa  dell’ampiezza e della significatività del fenomeno sono riportati i  necessari approfondimenti sulla depressione del bambino, dell’adolescente, dell’anziano,  delle donne in gravidanza.   Le evidenze disponibili depongono comunque per un approccio olistico nella promozione e prevenzione della salute mentale e in questa direzione il Piano  di azione per la salute mentale dell’OMS2013-2020 contiene indicazioni da tradurre in costi- efficaci piani locali di promozione della salute mentale.  Il CeSPES intende a breve organizzare Seminari di Presentazione e confronto su questi due temi in collaborazione con l’Ateneo  6th Global Healthy Workplace Awards & Summit Bergamo 6-7 September 2018 ll sesto Summit Global Healthy Workplace Awards sarà ospitato in collaborazione con l'Health Protection Agency di Bergamo   L'agenda del sesto Summit si concentrerà sui seguenti temi: Fornire programmi innovativi per luoghi di lavoro sani alle PMI  Le sfide nel portare benessere attraverso l'intelligenza artificiale   Investimenti sin salute Creazione di ambienti di lavoro sanii: fattori di successo ed elementi innovativi   Premiazione delle presentazioni finaliste Per il Centro sperimentale per la promozione della salute e l’educazione sanitaria interverrà il professor Giuseppe Masanotti, Coordinatore del CeSPES Sede del Summit Aula Magna dell'Università di Bergamo Monastero di Sant'Agostino Viale delle Mura, 4 24129 Bergamo, Italia   Per informazioni link La rete Europea ENWHP ha rilasciato una nuova versione della Dichiarazione di Lussemburgo. Pubblichiamo la “nuova versione della dichiarazione di Lussemburgo ” La Dichiarazione, che ricordiamo, contiene la definizione di  promozione della salute nei luoghi di lavoro e le linee di indirizzo per come integrare ed implementare quest’approccio in tutte le aree  geografiche e produttive.   
NEWS
(Telefono: 075.585-7357/8036 - *Email: centro.cespes@unipg.it Via del Giochetto, n°6 - 06126 - Perugia, Italia Piazzale Severi,1 - 06132  -Perugia, Italia
Iscrizioni Newsletter