Storia Obiettivi Regolamento Organi Contatti
CHI SIAMO
CHI SIAMO PROGETTI E RICERCHE FORMAZIONE ACCREDITAMENTO CompHP EDITORIA DOCUMENTAZIONE MULTIMEDIA NEWS
Nel 1953, Alessandro Seppilli fonda subito dopo la Conferenza Europea di Educazione Sanitaria, organizzata a Londra  dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 1952, insieme a Carlo Sganga, medico provinciale, il Centro Dimostrativo per l’Educazione Sanitaria della popolazione. La Conferenza costituisce il punto di partenza per organizzare l’educazione sanitaria e la promozione della salute nell’Europa che esce da una delle guerre più dure della sua storia. Per l’Italia viene scelta Perugia: nasce il nostro Centro. Da un piccolo nucleo una grande azione cresciuta nel lavoro costante di sessant’anni UN MAESTRO DI CONCRETE UTOPIE Dall’idea alla ricerca, dalla ricerca all’azione Questo è l’insegnamento che ci viene da Seppilli, immaginare Utopie, impegnarsi per realizzarle, credere fortemente nelle possibilità dell’uomo impegnato nel sociale e nella supremazia dell’interesse collettivo rispetto al particolare. Non solo docente d’Igiene, bensì Maestro di una grande articolazione di insegnamenti che ruotano tutti attorno ad un nucleo centrale  che conducono tutti ad uno stesso fine: liberare l’uomo dalla schiavitù della malattia e della sofferenza, dalla subordinazione e dal servaggio dovuti all’ignoranza e al pregiudizio, renderlo arbitro autonomo delle scelte relative alla sua salute. Questo è l’insegnamento di Seppilli per il quale ha elaborato strategie teoriche e disegni operativi. Lavorando sempre su grandi Utopie ma concrete e praticabili, anticipatore di eventi che si sarebbero poi visti regolarmente accadere in tempi più o meno lunghi. L’EDUCATORE La carriera accademica  1926 Laureato in Medicina e Chirurgia a Firenze, con Lode 1932 Consegue la Libera Docenza in Igiene 1935-38 Incaricato di Igiene e Direttore dell’Istituto di Igiene presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Modena 1938-46 Esule in Brasile per le leggi razziali, dove dirige una industria Cosmetica 1946-49 Reintegrato nell’incarico di Igiene presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Modena 1949 Vincitore del Concorso a Cattedra del 1938 e chiamato dall’Università di Perugia 1949-77 Professore Ordinario di Igiene presso la Facoltà di Farmacia dell’Università di Perugia 1954 Istituisce il Centro Sperimentale dimostrativo di Educazione Sanitaria. 1955-77 Direttore della Scuola di Specializzazione in Igiene 1960-77 Preside della Facoltà di Farmacia 1971-77 Presidente dell’Istituto Italiano di Medicina Sociale. 1978 Nominato Professore EMERITO dell’Università di Perugia Medaglia d’Oro al merito della Sanità Pubblica Medaglia d’Oro per i Benemeriti della Scuola, della Cultura e delle Arti del Ministero della Pubblica Istruzione 1987 Istituisce la Fondazione “Angelo Celli” per una cultura della salute L’azione di educatore di Seppilli, non si limiterà mai all’esclusiva attività accademica. Per tutta la sua vita sarà formatore negli innumerevoli corsi e seminari curati dal Centro in Italia e nel mondo Attraverso una didattica innovativa sul piano metodologico, basata su lavori e discussioni in gruppo, e la Sua forte capacità di coinvolgere il discente in prima persona LO SCIENZIATO Studi sull’uomo e sull’ambiente i batteri patogeni nell’ambiente l’infezione tifica nei mitili i recipienti a perdere nell’approvvigionamento del latte l’influenza delle variazioni elettriche dell’atmosfera sui fenomeni biologici le applicazioni dell’ozono in Sanità Pubblica l’endemia gozzigena il fluoro e la fluoroprofilassi contro la carie il fumo di tabacco l’azione del freddo nella conservazione degli alimenti la microbiologia generale ed applicata l’influenza dei fattori ambientali sulla salute l’epidemiologia dei tumori il modello di salute l’educazione sanitaria la promozione della salute l’organizzazione sanitaria il servizio sanitario nazionale IL POLITICO Per la sua città, per il suo Paese 1952-53 Eletto a Perugia Consigliere Comunale per il PSI, Assessore all’Igiene. 1953-64 Sindaco del Comune di Perugia. Collaborazione con l’Università nell’istituzione della Facoltà di Lettere e Filosofia Nuova sistemazione della Biblioteca Augusta Restauro del Teatro Comunale Morlacchi Centrale del Latte di Perugia Impianto di raccolta differenziata e di riciclaggio dei rifiuti urbani Impianti di smaltimento delle acque reflue di Perugia Riorganizzazione dell’Ufficio di Igiene con la creazione della Rete di Medici condotti, assistenti sanitarie e ostetriche Predisposizione del Piano regolatore generale: nascita di nuovi quartieri Mattatoio comunale Piscina 1960-1978 Promuove un movimento culturale scientifico e politico per la realizzazione del Servizio Sanitario Nazionale 1961 Promuove il movimento degli Ordini dei Medici per la Riforma Sanitaria 1967 Presiede la Commissione di Studio del Consiglio Superiore della Sanità che elabora la proposta di Riforma del sistema sanitario. 1974 Collabora alla impostazione della Legge 57 della Regione Umbria: organizzazione dei Servizi sanitari e socio-assistenziali della Regione. Nascono i consorzi socio-sanitari 1974-76 Membro del Comitato Scientifico dell’Istituto Superiore di Sanità. Presidente della Sezione del Consiglio Superiore di Sanità 1978 E’ varata una delle più grandi riforme sociali dell’Italia repubblicana, il Servizio Sanitario Nazionale, Legge 833 del 23 dicembre 1978. DIRETTORI/COORDINATORI DEL CENTRO DOPO SEPPILLI 1. MARIA ANTONIA MODOLO fino al 1993 2. LAMBERTO BRIZIARELLI fino al 2008 3. PAOLA RIVOSECCHI fino al 2011 4. ROSSANA PASQUINI fino al 2013 5. LILIANA MINELLI dal 2014
torna su CeSPES
Centro Sperimentale per la Promozione della Salute e l’Educazione Sanitaria
La salute č un fatto unitario, una condizione di armonico equilibrio funzionale, fisico e psichico, dell’individuo dinamicamente integrato nel suo ambiente naturale e sociale.  A. Seppilli, 1966 Per una sanitą pubblica e universale Legge 23 dicembre 1978, n. 833 "Istituzione del servizio sanitario nazionale" 1. I princģpi. La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettivitą mediante il servizio sanitario nazionale. La tutela della salute fisica e psichica deve avvenire nel rispetto della dignitą e della libertą della persona umana. Il servizio sanitario nazionale č costituito dal complesso delle funzioni, delle strutture, dei servizi e delle attivitą destinati alla promozione, al mantenimento ed al recupero della salute fisica e psichica di tutta la popolazione senza distinzione di condizioni individuali o sociali e secondo modalitą che assicurino l'eguaglianza dei cittadini nei confronti del servizio. L'attuazione del servizio sanitario nazionale compete allo Stato, alle regioni e agli enti locali territoriali, garantendo la partecipazione dei cittadini. (omissis)
(Telefono: 075.585-7357/8036 - *Email: centro.cespes@unipg.it Via del Giochetto, n°6 - 06126 - Perugia, Italia Piazzale Gambuli,1 - 06132  -Perugia, Italia